L’altra Favara
Land art

L’altra Favara

Pubblico la mia lettera di risposta all’articolo di Zarba su Huffingtonpost.it a proposito della Farm Cultural Park di Favara Gentile Direttore, scrivo perché sono offesa dall’articolo di Flavia Zarba sulla Farm Cultural Park di Favara. Premetto che sono una favarese, che sono orgogliosa della splendida iniziativa della Farm, grata ai suoi fondatori e che sono consapevole … Continua a leggere

Le sculture viventi di Jason deCaires Taylor
Land art/Scultura

Le sculture viventi di Jason deCaires Taylor

Jason deCaires Taylor ha creato una vasta serie di incredibili sculture subacquee, le quali hanno la peculiare caratteristica di sembrare vive. Fra le sue realizzazioni più importanti vi sono la serie di sculture del parco acquatico realizzato nel 2006 nella costa occidentale di Grenada e le 500 sculture del Museo Subacqueo dell’Arte creato nel 2009 … Continua a leggere

Uwe continua ad amarti, ma il Comune di Palermo ancora no
Land art

Uwe continua ad amarti, ma il Comune di Palermo ancora no

È passato un anno dalla distruzione di Banca Nazion, l’installazione dell’artista austriaco Uwe Jaentsch, che dal 1999 ha dedicato la sua arte alla Vucciria di Palermo. A distanza di un anno si ripete con ciclicità karmica un’altra distruzione: si tratta delle rose dipinte da Uwe su quel che resta della Loggia dei Catalani. Ma cosa … Continua a leggere

Uwe still loves you, but the municipal administration of Palermo still not
English/Land art

Uwe still loves you, but the municipal administration of Palermo still not

It has been one year since the destruction of Banca Nazion, an installation work of art made by Uwe Jaentsch, an Austrian artist who has been living and working in the Vucciria market of Palermo since 1999. After a year, another destruction happened again like a karmic cycle: we are talking about the roses painted … Continua a leggere

Uwe ti ama, il Comune di Palermo no.
Land art/Street art

Uwe ti ama, il Comune di Palermo no.

A Piazza Garraffello, il cuore della vecchia Palermo, seduti sui gradini diroccati della cinquecentesca fontana della pigna posta al centro della piazza, si è avvolti da una dimensione surreale, onirica, espressionistica. Le bocche degli angioletti della fontana una volta spruzzavano acqua, ma ora che sono anneriti dal tempo e sgretolati dall’incuria sembrano piuttosto vomitare, e … Continua a leggere